I modelli in vetrina alla Coin, provocazione o mercificazione?

I modelli in vetrina alla Coin sono una provocazione o una mercificazione del corpo, l'ennesima ovviamente? La Cgil ha chiesto e ottenuto la rimozione, siete d'accordo è un'esagerazione?

Pubblicato da Serena Vasta Lunedì 18 luglio 2011

In questi giorni si è discusso tanto dei modelli nelle vetrine della Coin, nel negozio a Milano la vetrina era stata allestita come una spiaggia, sabbia, ombrelloni, iPad, teli per la spiaggia e modelli veri, in carne ed ossa, non i soliti manichini, ma modelli professionisti ingaggiati per fare da manichini viventi in vetrina. Io credo che si rasenti il cattivo gusto con un po’ di provocazione e di mercificazione, ma entrambi li ritroviamo dappertutto, in molte campagne pubblicitarie e spot tv, dal vivo è così tanta la differenza?

Lo è certamente per la Cgil che ha chiesto e ottenuto (dopo vari giorni e valanghe di polemiche) che questo tipo di pubblicità fosse subito rimossa, e così è stato la Coin ha ceduto ed ha optato per una vetrina tradizionale che, chiaramente, ha meno appeal sui clienti.

Voi che ne pensate?