Francesco Scognamiglio, sfilata Primavera/Estate 2013: l’eleganza audace [FOTO]

Francesco Scognamiglio porta in passerella nel primo giorno di Milano Moda Donna la sua splendida collezione dedicata alla prossima primavera estate 2013: le foto della sfilata.

Pubblicato da Maria Rosaria De Benedictis Mercoledì 19 settembre 2012

Francesco Scognamiglio presenta la sua collezione di abbigliamento primavera estate 2013 in occasione della prima giornata di sfilate a Milano Moda Donna. Il re dell’eleganza made in Italy propone ancora una volta una linea raffinata e sofisticata, caratteristiche che hanno reso i suoi modelli in passato i più scelti dai vip di casa nostra e d’oltreoceano in diverse occasioni pubbliche e mondane. In questo primo giorno di sfilate milanesi abbiamo già visto in scena grandi protagonisti, tra i quali hanno brillato come sempre Gucci e Alviero Martini: scopriamo insieme le proposte di Francesco Scognamiglio per la prossima stagione calda 2013.

In queste prime settimane di sfilate abbiamo visto diverse interpretazioni della donna e delle femminilità moderna, i tocchi più eleganti e classici hanno caratterizzano passerelle come quella di Donna Karan e Ralph Lauren, mentre hanno scelto di muoversi sopra le righe stilisti come Marc Jacobs e la strepitosa Vivienne Westwood, in grado di trasformare un defilé fashion in un vero e proprio spettacolo.

Dopo gli accenti vivaci e ricercati della collezione primavera estate 2013 di Gucci, Francesco Scognamiglio ha scelto di lasciare spazio a un gusto vintage e raffinato, cominciando la sua sfilata con modelli di abiti lunghi in rigoroso total white, abiti vaporosi e molto morbidi proposti nelle versioni con colletto chiuso, senza bretelle e con diversi strati di ricami a impreziosire il corpetto superiore, ma non mancano tocchi più audaci per i modelli trasparenti che lasciano intravedere l’intimo inferiore.

In bianco anche coordinati con shorts dal mood più sportivo con nastri in vita sotto camicette in seta bianca con ricami, mentre minidress e abiti in chiffon con vistose trasparenze e giochi di ricami lasciano il passo a trench con chiusura militare, dettagli su maglia a rete e ben più audaci giochi di vedo-non-vedo su base nera. Rondini bianche si baciano sulle trasparenze assolute dei lunghi abiti in nero, che tornano anche su maglie e camicie portate su pantaloni neri con pince.

Dai classici in bianco e nero si passa poi ad altre tonalità tenui come il turchese, sfruttato per abiti e tailleur con pantaloni ampi dal mood garçon, mentre tornano pizzi e ricami importanti sui vestiti da sera, modelli che imitano la forma dei dress negliget, impreziositi da rouches, volant e motivi raffinati lungo tutto il profilo. Francesco Scognamiglio punta sull’effetto nudo contaminando così un genere di solito molto classico come quello amato di più da lui, con tocchi decisamente audaci e intriganti.

Vi è piaciuta la sua sfilata primavera estate 2013?