Yves Saint Laurent: “L’Amour Fou” nelle sale francesi

da , il

    Moda e cinema, che combinazione esplosiva! Un tempo i designer si raccontavano attraverso le loro collezioni, lasciando alle paparazzate stile ”dolce vita” il compito di aggiungere dettagli al “personaggio”, oggi, che la comunicazione è cambiata la moda sembra aver scoperto il cinema non solo come un eccezionale campo in cui esercitarsi nel product placement (quanti loghi, marchi e collezioni avete visto in Sex and the city?) ma anche come tramite grazie al quale arrivare al pubblico e raccontarsi, lasciando allo spettatore il compito di indagare a fondo nella vita e nella carriera di personaggi che hanno contribuito a fare della fashion industry uno dei mercati più proficui della storia.

    Il primo, si sa, è stato Valentino. Con il suo “The Last emperor” in due ore ha raccontato l’essere umano nascosto dietro lo stilista tutto glamour e abiti strepitosi, mettendo in mostra pregi e difetti di una delle personalità che più di tutte hanno contribuito a mantenere salda la couture al vertice dei sogni di tutte le donne. Ma anche Vogue e la temutissima Anne Wintour , musa involontaria de “Il Diavolo Veste Prada” hanno hanno aperto le porte al mondo della cinematografia per spiegare i ritmi spesso crudeli dell’editoria di moda.

    Oggi nelle sale francesi un’altra divinità della moda viene raccontata. Esce infatti “L’Amour Fou”, il documentario firmato da Pierre Thoretton, una dolcissima fotografia del compianto Yves Saint Laurent, raccontato attraverso gli occhi innamorati di Pierre Bergé compagno di una vita e socio d’affari. “Potrebbe essere il nuovo Dior” dicevano del giovane Yves, che ben presto si è affermato come una personalità unica e sensibile, capace di ritagliarsi uno spazio nella fashion industry prima, e di condizionarla poi. Da non perdere, assolutamente, eccovi il trailer!