Yves Saint Laurent in mostra a Parigi

da , il

    Yves Saint Laurent

    Pochi come lui hanno saputo contribuire a rendere bella una donna, liberandola definitivamente dagli obblighi -almeno quelli dettati dalla moda- e dai rigidi schemi sartoriali, e ancora rendendola iperfemminili persino con i capi rubati al guardaroba maschile (storica fu la sua introduzione dello smoking prima e del tailleur poi, tra i must have delle donne moderne), e si può dire senza rischiare di esagerare che il suo apporto nel mondo della moda fu davvero determinante come quello di pochi altri, come Coco Chanel o Christian Dior o Pierre Cardin, nella storia del costume tanto da scriverne pagine e pagine. Ovviamente parlo di Yves Saint Laurent, il grande couturier scomparso un paio di anni fa.

    In occasione della settimana della moda in corso a Parigi in questi giorni, inaugurerà domani nella capitale francese un’incredibile mostra, forse la più grande e importante mai vista, con gli oltre 300 abiti esposti, e ancora le immagini più celebri e le fotografie inedite, dedicata a uno dei più grandi stilisti della storia.

    Ospite delle sale del Petit Palais l’esposizione si snoda in un percorso che attraverso i 307 capi mira a raccontare i quarant’anni di storia professionale del genio creativo, dal primo esperimento datato 1958 al 2002 anno in cui Yves Saint Laurent si ritirò ufficialmente dalle scene lasciando al gruppo Gucci l’onere di portare avanti il marchio.

    Se vi trovate in visita a Parigi da domani fino a fine agosto vale davvero la pena di fare un salto per ammirare gli abiti ispirati ai grandi della storia dell’arte, da Mondrian, a Matisse a Cocteau, i suoi meravigliosi capi d’alta moda, le creazioni dedicate all’amica del cuore, Catherine Deneuve, che riempiono una sala intera, e perfino una serie di scatti inediti realizzati per il lancio della prima fragranza maschile in cui il genio della moda posa nudo per Jeanloup Sieffe.Da non perdere.

    Foto:www.nymag.com

    Dolcetto o scherzetto?