Vogue Fashion Night Out: i look della sfilata

da , il

    E alla fine ieri New York ha avuto la sua mastodontica sfilata. Praticamente l’evento dell’anno, almeno sulla scena newyorkese. Con quasi duecento outift e più o meno lo stesso numero di modelle- ma intendiamoci, non modelle qualsiasi, le top delle top della scena mondiale- sarà difficile per parecchio tempo trovare dei concorrenti che le rubino le pagine delle cronache della moda. Certo uno schieramento di forze così non si vedeva da… più o meno da sempre! La moda che conta, quella del mercato globale unitamente a designer dal pedigree raffinato con passaporto statunitense hanno sfilato ieri sulla ambita e colossale passerella allestita da Vogue per la Fashion Night Out.

    Ci sarebbe da parlarne per ore, tra i grandi nomi della moda coinvolti, le strepitose top model che hanno sfilato, gli ospiti –tantissimi- seduti nel parterre, e soprattutto i look proposti, che almeno secondo gli stylist di Vogue sono i veri must have irrinunciabili dell’inverno.

    La cosa più interessante dei look scelti per sfilare è il mix & match di capi, accessori, e di firme. Salvo qualche non frequentissima eccezione in cui si è dato risalto ad un look di un solo brand, vedi Balenciaga o Louis Vuitton, infatti la regola è stata mixare capi dei grandi nomi della moda internazionale (Balmain, Givenchy, Fendi, Armani, e si potrebbe andare avanti per ore, tanto c’erano tutti, ma proprio tutti!) con nomi – internazionali e non- della moda diretta ad un pubblico di massa, uno fra tutti il nostro amatissimo H&M. Hanno sfilato capi preziosissimi, pregni di ricami, ricchi dettagli e soprattutto di zeri (un cappotto di Balmain costava più di 21000 dollari!) e capi invece low cost accessibili per tutte noi.

    La sfilata – e quindi i temi degli outfit- è stata suddivisa in diverse categorie, che hanno scandito i trend dell’autunno-inverno 2010/2011: “Opening Act” , ossia i capi creati per la Vogue Fasion Night Out, “Weekend Wrap Up”, un tripudio di giacchini militari e stampe mimetiche, “Tartan Twist”, “Pure at the Heart”, “Fifties Flair” ha sottolineare la necessità di acquistare qualche abitino dal sapore retrò, “Rock Chic”, “Go Global”, “Jazz-age cool” e ovviamente il “Grand Finale”. Godetevi la carrellata di immagini.