Vivienne Westwood: le Africa Bags

da , il

    Vivienne Westwood in occasione della sfilata a Parigi della linea Vivienne Westwood Gold Label primavera estate 2011 ci ha presentato in anteprima le Africa Bags, delle shopper proposte in limited edition e create inseme all’Ethical Fashion Programme in collaborazione con l’International Trade Centre, un organo congiunto tra le Nazioni Unite (UN) e il World Trade Organization (WTO). Queste borse sono fatte in modo equo e solidale e quindi sono ancora più belle perchè sono anche buone!

    Le Africa Bags di Vivienne Westwood sono belle e solidali, in pratica sono fatte a mano a Nairobi da comunità di donne emarginate, quali ragazze madri, vedove, vittime dell’AIDS e coloro che vivono in condizioni di estrema povertà e vengono fatte usando tende da safari in disuso e vecchi cartelloni pubblicitari.

    L’Ethical Fashion Programme è un progetto dell’International Trade Centre che permette di dare lavoro alle donne emarginate e malate o a persone che vivono in situazioni di povertà e in condizioni davvero pessime. Tramite queste organizzazioni le griffe di moda possono portare lavoro in queste zone offrendo l’opportunità di guadagnare soldi con il minimo impatto sull’ambiente e sulle tradizioni.

    Le borse sono solidali al 100% e credo che tutto il ricavato andrà alle persone in Africa, ma non è carità, è una valida opportunità di lavoro e di cambio di vita.

    Le Africa Bags sono 4: Get a Life (Banner), il Gaia Heart e l’Orb trapuntato (Orb disponibile in due colori) e verranno messe in vendita nelle boutique di tutto il mondo a partire da febbraio 2011.

    Dolcetto o scherzetto?