Versace, sfilata autunno-inverno 2010/2011

da , il

    E’ una donna biker quella pensata da Donatella Versace per la collezione autunno-inverno 2010/2011, presentata lo scorso venerdì 26 febbraio durante le sfilate di Milano Moda Donna. Lunghi cappotti neri alla Matrix, dal quale spuntano minigonne in tessuto lucido a biti e maglie dal taglio asimettrico. Sul nero, che domina solla collezione, spuntano colori accesi come il giallo, l’arancione, il blu elettrico, colori che vanno poi a definire le linee geometriche dei tubini scultura e dei lunghi abiti da sera.

    Cambia redicalmente l’atmosfera in questa nuova collezione di Versace per l’autunno-inverno 2010/2011 rispetto a quella della primavera-estate 2010, che aveva visto trionfare i meravigliosi abitini dalle stampe geometriche e colorate che abbiamo spesso visto indossare da Alessia Marcuzzi in questa decima edizione del Grande Fratello.

    La donna a cui Donatella Versace si ispira è una donna grintosa e indipendente. Sembrano appena scese al volo dallo loro motocicletta le modelle cha avanzano con fare deciso sul catwalk, avvolte nei loro lunghi cappotti o negli abiti dal taglio asimettrico che lasciano gambe, spalle e fianchi scoperti e che mi ricordano moltissimo alcuni abiti della collezione di Gucci per la primavera-estate 2010.

    Lunghi cappotti alla Matrix, completi giacca-pantalone in pelle, coprispalle in folta pelliccia, scarpe decolletée con le ghetta o stivali a gabbia, ma soprattutto abiti corti e stretch dalle geometrie patchwork: è questo in sintesi lo stile Versace, che vede una palette con protagonista il nero e alcuni sprazzi di colore fluo come il giallo, l’arancio e il blu elettrico.

    Non mancano gli abiti da sera, sia lunghi che corti, dal corpetto bustier scultoreo, dal taglio asimmetrico e dagli spacchi che aprono inaspettati squarci su fianchi e sulle spalle.

    Foto da:

    www.style.it