Tommy Hilfiger, sfilata autunno-inverno 2011/2012

da , il

    Tommy Hilfiger resta fedele come sempre al suo stile preppy, ma per la stagione autunno-inverno 2011/2012 lo stilista americano cerca una nuova via, estremamente più sofistica e dicasemnte più luxury. Sulle passerelle della New York fashion week il designer più americano che ci sia ci presenta una collezione in perfetto stile collegiale ma lo fa stupendoci con dettagli e forme decisamente nuove, che sorprendono ma allo stesso tempo non spiazzano troppo allontanandosi dallo stile che ha reso Hilfiger celebre in tutto il mondo. Ecco le uscite che abbiamo amato di più di questa sfilata.

    Preppy sì, ma con una lettura decisamente diversa da quelle a cui siamo abituate. Lo stilista americano Tommy Hilfiger, che di recente ha festeggiato i suoi 25 anni di carriera, per la collezione autunno-inverno 2011/2012 pensa a un guardaroba sofisticato, lussuoso ma che al tempo stesso non rinuncia a quello stile colleggiale e bon ton che l’ha reso celebre.

    Colore simbolo della prossima stagione, che segue un autunno-inverno 2010/2011 dove a fare da padrone erano le tinte simbolo del marchio, il rosso, il bianco e il blu, sembra essere il grigio, una tonalità decisamente lontana dal mondo creato da Hilfiger ma che si sposa alla perfezione con i completi maschili, i trench lucidi e gli abiti in stile anni settanta, rinvigoriti da tocchi di colore comunque lontani dalla palette “storica del brand”, come giallo scuro, bordeaux e blu notte.

    La collezione realizzata a quattro mani da Tommy Hilfiger e Peter Som, alla sua terza collaborazione con il marchio a stelle e strisce, vede trionfare ancora una volta la pelliccia e lo shearling, che decora i capi e ne diventa protagonista. Molto particolari le stampe multicolor a pois, che decorano i completi in seta stile pigiama.