Stella McCartney dice no a pelliccia, pelle e cuoio e ci spiega i motivi [VIDEO]

  • Commenta

Stella McCartney è contraria all’utilizzo delle pellicce, ma anche alla pelle e al cuoio. La stilista inglese, figlia di Paul McCartney dei Beatles, ha deciso di proporre un moda green o, come dice lei, che “non sanguina“. Le pellicce e la pelle non sono così indispensabili nel mondo della moda, il problema è che finchè noi non smettiamo di acquistare questi capi e quelli accessori, continueranno ad essere prodotti perchè dietro c’è un gran bel giro d’affari a cui è difficile dire di no.

Il punto quindi non è tanto accusare chi produce le pellicce e la pelle, tutti noi dobbiamo fare opere di sensibilizzazione per far capire che i tessuti, l’ecopelle, la rafia e i prodotti naturali sono altrettanto glamour, ma al contrario sono fatti nel pieno rispetto della natura e degli animali.

Stella McCartney è famosa per la sua moda totalmente eco friendly in cui non sono mai stati usate pellicce e pelli animali. In occasione del mese di fashion week, la designer britannica, ha collaborato con la Peta (People for ethical threatment of animals) ed ha girato un video in cui spiega a quali atrocità sono sottoposti gli animali, ai quali non viene dato neanche un anestetico prima di tagliare le corna o mentre viene asportata la pelle. Questo vale per la pelle di vitello, ma è chiaro che lo stesso trattamento è riservato a pitoni, coccodrilli, lucertole & Co.

Stella McCartney non vuole farci cambiare idea imponendoci le sue idee ma semplicemente spingerci a fare una scelta consapevole: “Il mio scopo non è quello di dire alla gente cosa indossare, bensì dare informazioni in modo che ognuno possa farsi una propria opinione e faccia scelte consapevoli ogni volta che si troverà a decidere se acquistare un capo in pelle”.

La cosa che mi ha sconvolto di più è che gli animali che si utilizzano per la macellazione sono diversi da quelli che si usano per la moda, quindi c’è un doppio massacro. “La pelle non è un sottoprodotto dell’industria alimentare, bensì il principale co-prodotto. Questo significa che acquistare capi in pelle e cuoio contribuisce direttamente agli orrori di cui si macchiano gli allevamenti intensivi di animali”, spiega Stella McCartney.

Perdete (o meglio guadagnate) tre minuti del vostro tempo e guardate questo video, c’è la traduzione in italiano quindi capirete benissimo cosa dicono la Peta e Stella McCartney.

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Giovedì 01/03/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

Pubblica un commento
1
2
3
4
5
6
8
Scelti da voi
10
Paper Project
11
Segui PourFemme
Ultimi Video 12
 
14

Scarica gratis l'applicazione PourFemme

IPHONE IPAD ANDROID
16
17
Scopri PourFemme
18
19
torna su