Prada Milano Moda Donna 2011

da , il

    Ci sono designers che trovano un’ispirazione e la sviluppano declinandola poi in un’intera collezione . Questo è quello che succede solitamente, nella fashion industry. Ma poi ce ne sono altri, cui una sola fonte di ispirazione non basta. Mettete insieme decori tipicamente messicani, una palette di colori fluo, stampe in stile cartoon, linee e decori retrò, e un pizzico di tratti e accessori futuristi e avrete, in sintesi, quanto si è visto inaspettatamente sfilare ieri sera da Prada. Riponete nei vostri guardaroba gli abiti bon ton di cui avete fatto incetta nelle scorse stagioni, perché secondo Prada la prossima estate saranno assolutamente out.

    Niente maniche a sbuffo, pizzi, gonne a ruota né stampe in stile Art Decò,quindi sulla passerella della collezione estiva di Prada, che invece punta tutto su costruzioni e abbinamenti decisamente inediti e interessanti.

    Parliamo anche delle scarpe. Zeppe ovunque, possibilmente alte, anzi no, altissime e multicolor e poste sotto caratteristiche stringate accompagnano abiti morbidi (nessuna silhouette sarà più in evidenza la prossima stagione calda) che abbinano righe di tutti i colori a fantasie disegnate, spesso prese in prestito dalla tradizione messicana. Quando non sono coperti di stampe particolari ed eccentriche (che comprendono persino caschi di banane) i completi e gli abiti sono colorati con tinte vibranti come il blu cobalto o il verde smeraldo o ancora arancio saturo e brillante.

    Nulla è come sempre quando si tratta di Prada lasciato al caso, persino gli occhiali seguono il filone eccentrico e tutto particolare presentato dal brand italiano, mettendo un punto definitivo alle magiche atmosfere retrò delle scorse stagioni.