Pour Femme intervista in esclusiva Vanessa Incontrada, testimonial del fascinoso brand Persona

Pour Femme intervista in esclusiva Vanessa Incontrada, testimonial del fascinoso brand Persona
da in Abbigliamento, Accessori, Designer emergenti, In Evidenza, Max Mara, Personal shopper
Ultimo aggiornamento:

    In occasione della Vogue Fashion’s Night Out di Roma Pour femme, in esclusiva per voi, ha intervistato Vanessa Incontrada la bellissima e briosa testimonial di Persona, tra i brand più fascinosi ed eleganti in circolazione. Di proprietà del gruppo Max Mara, Persona non si rivolge ad una donna con uno stile particolare ma cerca di proporre alle sue clienti tanti capi d’abbigliamento diversi in modo che ogni donna possa mixarli in base al proprio stile e alla propria personalità. Inoltre, caratteristica non da poco, Persona è un brand curvy oriented che mira a vestire tutte le donne con stile e qualità! Siete curiose di scoprire com’è stata la nostra intervista a Vanessa Incontrada? Continuate a leggere…

    Hai iniziato la tua carriera come modella quando eri molto giovane. Cosa ha rappresentato per te il mondo della moda?

    L’inizio del mio lavoro. Per quanto siano criticabili molte cose del mondo della moda mi ha dato qualcosa che mi sono portata con me tutt’ora. La rigidità sugli orari…dal fitting alla prova costumi, sono tutte regole molto importanti che ho imparato in questo mondo e che mi sono state utili anche nel mio lavoro attuale. La moda mi ha dato un insegnamento a livello di disciplina soprattutto su quello che è la preparazione.

    E adesso per te che cosa rappresenta la moda? Come donna sei sempre attenta alle ultime tendenze?

    La moda in sè è qualcosa che fa piacere, siamo tutti molto curiosi di scoprire le ultime tendenze e i cambiamenti. La vivo principalmente come curiosità ma non fa parte della mia vita. Mi affascina molto vedere una bella donna che indossa un abito da sera che magari non indosserei mai perchè non rientra nel mio stile, ma del resto la moda è soprattutto questo: ti da possibilità di poter immaginare e di sognare e magari immedesimarsi in ciò che si vede. Del resto quando si guarda una sfilata è come se stessimo vedendo un film…

    Qual è (se c’è) l’accessorio a cui proprio non riesci a rinunciare? E quello che non indosseresti mai?

    Non riesco a rinunciare alle scarpe da ginnastica. Purtroppo. Non indosserei mai i tacchi però ovviamente li indosso, perchè slanciano ma anche perchè fa parte della femminilità indossare il tacco ogni tanto. E’ un accessorio che mi pesa un po’ indossare ma che porto, sul lavoro li indosso sempre!

    C’è qualcuno che ti consiglia, come un consulente d’immagine o, il tuo stile nella vita di tutti i giorni è solo made in Vanessa?

    Sul lavoro ho delle persone che curano la mia immagine, che mi aiutano a capire qual è il look migliore. Ovviamente dò un mio parere ma il mio staff, conoscendomi da anni, conosce il mio stile e i miei gusti e sa cosa mi valorizza. Nella mia vita privata sono abbastanza naif, curare il mio look nei minimi dettagli non è la prima cosa a cui penso.

    C’è un capo d’abbigliamento o un qualcosa che indossi sempre prima di andare in scena come portafortuna?

    Ci ho sempre pensato ma in realtà credo di non aver mai avuto un portafortuna perchè poi me ne scordo facilmente.

    L’unica cosa che mi porto sempre dietro è una foto di mio figlio e un treno di legno che ho regalato al mio bambino quando è nato e che mi porto dietro ovunque vada. Se li vogliamo chiamare portafortuna sono queste le due cose che porto sempre con me.

    Circa la tua collaborazione con il marchio Persona, raccontaci, com’è iniziata?

    E’ iniziata tre anni fa. Ci siamo trovati molto bene non solo a livello lavorativo ma anche a livello umano, sul modo di approcciare al lavoro, il modo di fare con le persone è molto simile a come siamo io e il mio staff quindi questa collaborazione va avanti soprattutto perchè c’è una grande stima reciproca.

    Persona è un brand specializzato in taglie superiori alla 44. Una scelta coraggiosa la tua vista la ghettizzazione da parte del mondo dello spettacolo per le taglie curvy. Come mai hai deciso di impegnarti in questa cosa, vuoi lanciare un messaggio a tutte le ragazze troppo concentrate sulle taglie extra small?

    In realtà non ho pensato a tutte queste cose prima di accettare la collaborazione con Persona. Ho intrapreso questa collaborazione soprattutto perchè mi è piaciuto molto l’approccio che l’amministratore delegato, la responsabile comunicazione e il direttore prodotto hanno avuto verso me ed il mio staff. Non ho scelto Persona perché si occupa di taglie morbide. Ho semplicemente apprezzato molto la filosofia di questa azienda, soprattutto nel loro modo di approcciarsi al pubblico.

    C’è un consiglio, riguardante la moda e lo stile, che vorresti dare alle lettrici di Pour Femme?

    La moda la facciamo noi. E’ importante seguirla ma deve essere soprattutto una curiosità, un qualcosa che ti affascina e che possa aiutarti a creare un tuo stile proprio. Può fornirci un aiuto a gestire meglio la nostra vita quotidiana, come abbinare i colori e gli accessori, magari sfogliando una rivista e. Un semplice aiuto che non dovrebbe mai diventare una schiavitù.

    Immagini di:
    Veronica Iannucci, Ilaria Galli

    941

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AbbigliamentoAccessoriDesigner emergentiIn EvidenzaMax MaraPersonal shopper

    Speciale Pasqua

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI