Patrizia Pepe, le t-shirt T Flag per Haiti

da , il

    Ancora una volta la moda scende in campo per aiutare Haiti. L’ultima iniziativa in ordine di tempo è quella di Patrizia Pepe, che ha realizzato la collezione di t-shirt T Flag che raffigurano le bandiere di alcuni paesi del mondo come Italia, Francia, Stati Uniti, Brasile e appunto Haiti. Il ricavato della vendita di queste magliette andrà all’associazione Terre Des Hommes per finanziare un progetto per aiutare l’orfanotrofio nella Casa del Sole di Sacre Coeur a Port au Prince.

    La tragedia del terremoto di Haiti ha visto tutto il mondo mobilitarsi per aiutare la popolazione di uno dei paesi più poveri e sfortunati. Anche la moda non poteva restare a guardare: sono decine ad oggi i progetti che brand, riviste e associazioni hanno realizzato per aiutare la popolazione colpita dal sisma, come per esempio la borsa di Le Pandorine.

    Non è la prima volta che la moda cerca di aiutare gli haitiani con una semplice t-shirt. Durante la settimana della moda Milano Moda Donna, con la collaborazione di Stefanel e Luisaviaroma, ha ideato il progetto Italy’s Next Generation for Haiti, coinvolgendo sette designer emergenti per disegnare una t-shirt per beneficenza.

    Anche Patrizia Pepe ha scelto la semplicità della t-shirt per aiutare Haiti. Il progetto T Flag vede infatti protagoniste quindici magliette che raffigurano altrettante bandiere di alcuni stati, come Haiti, Italia, Francia, Germania, Cina, Honk Kong, Giappone, Brasile e altri ancora.

    Acquistando la maglietta al prezzo di 68 euro, si potrà contribuire al finanziamento di un progetto benefico, in collaborazione con l’associazione Terre des Hommes, per donare banchi di scuola e lettini all’orfanotrofio nella Casa del Sole di Sacre Coeur a Port au Prince. Obiettivo finale dell’iniziativa è l’adozione della Casa del Sole per promuovoere progetti legati alla promozione del diritto allo studio, della tutela della salute e della protezione dei bambini da violenza e sfruttamento. Per chi fosse interessato all’acquisto, ricordo che per tutto il mese d’aprile la spedizione è gratuita.

    Dolcetto o scherzetto?