MSGM, collezione autunno-inverno 2010/2011

MSGM, collezione autunno-inverno 2010/2011
da in Abbigliamento, Designer emergenti, Inverno 2011, Moda 2011, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    La moda non è fatta solamente dai soliti grandi nomi che affollano i calendari delle sfilate e fanno a gare per conquistarsi l’ammirazione incondizionata di direttori temibili e terribili, ma anche di designer che spesso ci propongono le idee più interessanti e creative delle collezioni moda. E’ sicuramente il caso di MSGM, brand che nasce all’interno del Gruppo Paoloni che ha proposto una collezione di immediato successo per la primavera-estate 2010. Per l’autunno-inverno 2010/2011 MSGM ci propone abiti dalle stampa optical e avveniristiche, giacconi di pelliccia e cappe di lana morbida.

    Quando si parla di moda, non si può certo prescindere dai grandi marchi, ma ogni tanto è anche giusto dare spazio a brand emergenti che ci propongono collezioni dagli spunti interessanti, molto spesso anche più di quelli che ci vengono offerti dagli abiti che scorrono sulle passerelle.

    E’ sicuramente il caso del brand MSGM, un progetto di moda giovane su cui il Gruppo Paoloni, tra i venti brand più importanti nel panorama dell’abbigliamento maschile in Italia, punta moltissimo per le stagioni a venire.

    Un team di giovani creativi che per la primavera-estate 2010 ha realizzato una collezione che ha avuto un buon successo, proponendo abiti dalle stampe colorate, in pizzo romantico, tessuti cangianti e dai tagli asimmetrici.

    Un successo che ha portato il Gruppo Paoloni a investire ancora su questo progetto e a realizzare una collezione per l’autunno-inverno 2010/2011, che rielabora trend che abbiamo visto anche sulle passerelle come la pelliccia, in giacconi bordati, in mantelle o gilet, o la lana, che va a definire le forme di cappe da indossare quasi come abiti.

    Le stampe, segno distintivo della collezione passata, ritornano anche in quella dell’autunno-inverno: un gioco di simmetrie, dove forme e simboli vengono ripetuti quasi in maniera ossessiva su gonne e abiti, in una palette che va dal bianco al blu, passando per il giallo e il rosso. Non mancano pezzi più classici, come tailleur e cappotti, sempre e comunque riletti in una chiave contemporanea.

    404

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AbbigliamentoDesigner emergentiInverno 2011Moda 2011Primo Piano
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI