Moda a/i 2010-2011: selvaggio animalier

da , il

    Già dalle passerelle dello scorso febbraio e dello scorso marzo avevamo capito che l’animalier sarebbe stato uno dei grandi protagonisti dell’autunno-inverno 2010/2011. Gli stilisti infatti non sono riusciti a resistere al fascino selvaggio delle macchi di leopardo, un vero e proprio marchio di fabbrica per alcuni designer, una tentazione animalesca per molti altri. E se c’è chi come Alber Elbaz ha preso come musa ispiratrice un’anonima ma eccentrica donna maculata come fonte d’ispirazione per la sua collezione Prefall 2010, sono tanti altri i marchi che hanno “macchiato” le proprie collezioni.

    Quasi tutti gli stilisti, nelle collezioni autunno-inverno 2010/2011, non hanno potuto fare a meno di decorare almeno un capo simbolo della prossima stagione con le macchie del leopardo.

    Il manto di questo felino diventa il simbolo della prossima stagione: una tendenza che in realtà torna praticamente a ogni stagione, ma che in questa più che mai sarà tra i tormentoni dei prossimi mesi.

    Roberto Cavalli ne ha sempre fatto un suo marchio di fabbrica e più che mai nella collezione che celebra i suoi quarant’anni di carriera diventa simbolo di tutto uno stile. Maestri della scarpa come Jimmy Choo e Christian Louboutin non potevano poi non interpretare secondo il proprio gusto questa tendenza, disegnando calzature che diventaranno presto il feticcio per molte donne. Non ci aspettavamo di trovare un po’ di maculato anche nella collezione di Alexander McQueen: che l’animalier, dopo essere stato considerato troppo esagerato, cominci a piacere anche ai designer d’avanguardia? Per ora questo è solo un assaggio di ciò che verrà, continuate a leggerci per scoprire le novità di questo trend!

    Dolcetto o scherzetto?