Moda 2010: animalier su borse, scarpe e abiti per la primavera-estate

da , il

    Tra le tendenze che non muoiono mai e che sono destinate ad accompagnarci in eterno c’è sicuramente l’animalier. Le stampe maculate, zebrate o pitonate ci hanno accompagnato durante lo scorso autunno-inverno e continueranno a ispirarci anche nella nuova stagione (e, come se non bastasse, pure per l’autunno-inverno 2010/2011!). Come sempre tanti gli stilisti che hanno cercato di interpretare in modo nuovo questo trend immortale, tra cui anche quelli che ne hanno fatto un vero e proprio cavallo di battaglia, come Dolce & Gabbana e Blumarine.

    Per la primavera-estate 2010 troveremo di nuovo l’animalier, una stampa che davvero possiamo definire eterna. Zebrata, maculrata, leopardata, pitonata…non importa quale preferiate, l’importante è che riproponga il pellame caratteristico di quegli animali che gli stilisti ormai hanno eletto da anni come fonte d’ispirazione per le collezioni.

    Dolce & Gabbana lo propone per entrambe le sue linee, sulla Miss Sicily in denim ma anche sulle borse della collezione di D&G. Le borse in questa p/e si tingono davvero di tutte le macchi e le strisce possibili e immaginabili, come vi ha detto la nostra Serena qualche settimana fa.

    Anche le scarpe di certo non mancano nelle vostre stampe preferite: le macchie del leopardo diventano il cavallo di battaglia delle decolletées di Roger Vivier e di Casadei o delle ballerine di Celine. Stuart Weitzman preferisce invece il pitone per i suoi bellissimi sandali, mentre Converse sceglie le strisce tipiche del manto della zebra.

    Ma non sono solo le scarpe e le borse a tingersi di selvaggio: l’animalier va ad arricchire anche abiti, come la gonna di Love Moschino, dove le macchie sono create con le impronte di un cagnolino, o la casacca di Calzedonia.

    Foto da:

    www.style.it www.elle.it

    Dolcetto o scherzetto?