Missoni: collezione primavera estate 2011

da , il

    Colori e grafismi a go go per Missoni. Questo il tema portante gridato in passerella. Andare da Missoni è una festa, si sente subito l’atmosfera della “gestione familiare” non in termini di organizzazione, per carità quella è impeccabile, ma in termini di calore, di accoglienza, di divertimento e rilassatezza quello si, tanto che al nostro arrivo alla location dell’evento, l’Università Statale di Milano,siamo state accolte da delle maschere che hanno subito chiarito lo spirito allegro e festoso della sfilata.

    Quella che Missoni porta in passerella per la primavera–estate 2011 è una donna che, visitati paesi lontani è in grado di tradurre i costumi tradizionali di culture diverse dalle nostre in abiti moderni e decisamente caratteristici. Dire Missoni non può non voler dire stampe multicolor, “zig zag” caratteristici e fantasie allegre e spiritose figlie del buon umore e del calore che regna per certo tra i membri della famiglia Missoni, ma quello che differenzia questa collezione sono gli accostamenti inediti di stampe e disegni e i volumi decisamente originali. Angela e Margherita Missoni hanno lavorato in tandem alla realizzazione di questa collezione vivendo un viaggio immaginario tra un’infinità di Paesi che hanno molto da dire in fatto di costume e tradizioni, come il Giappone, il Messico, la Giamaica e il Vietnam e il risultato è una delle più colorate, vistose e allegre collezioni che Missoni abbia mai realizzato.

    Sono tanti i punti caratteristici della collezione primavera-estate 2011 di Missoni, a partire dai simpatici copricapo a falde larghe, ai tacchi fluo, per finire con le borse. Perfino le borse attirano l’attenzione, confezionate come sono in shopper trasparenti!

    Dolcetto o scherzetto?