Milano Moda Donna 2011, l’edizione della svolta senza Elena Mirò

Milano Moda Donna 2011, l’edizione della svolta senza Elena Mirò
da in Eventi moda, Milano Moda Donna, Primavera 2011, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    Milano Moda Donna 2011, l’edizione della svolta

    Un’edizione completamente differente dalle precedenti. E’ questo il quadro che emerge dalle parole del presidente della Camera della Moda italiana Mario Boselli, il sindaco di Milano Letizia Moratti e il patron di Tod’s Diego Della Valle, che proprio ieri in conferenza stampa hanno presentato ufficialmente l’edizione di Milano Moda Donna 2011, che prenderà il via il prossimo 22 settembre per concludersi il 28. Un’edizione all’insegna della svolta: dopo aver detto addio ai padiglioni della Fiera, la moda milanese si sposta in centro. E soprattutto, non vuole più cedere ai diktat dei direttori delle riviste.

    Prima di tutto, il calendario. Dopo la pessima figura che Milano ha fatto di fronte ai capricci di Anna Wintour, che ha “obbligato” molti stilisti a far saltare il calendario già redatto pur di avere lei in prima fila, Boselli ha già dichiarato tempo fa che l’organizzazione quest’anno non subirà modifiche. Il via, quindi, è fissato inderogabilmente per il 22 settembre, mentre la chiusura sarà il 28.

    Sette giorni che vedranno alternarsi i grandi nomi della moda italiana, come Armani e Gucci, a quelli degli stilisti della nuova generazione, come Gabriele Colangelo, Francesco Scognamiglio e Marco De Vincenzo: in questo modo, tutti, o almeno si spera, potranno godere dello stesso interesse da parte della stampa qualificata.

    E sempre a proposito di calendario, news dell’ultima ora è che quest’anno non sfileranno nomi come Elena Mirò, Seduzioni Diamonds e tutti gli altri marchi del beachwear. Una sorta di epurazione, giustificata dal fatto che da quest’anno la Camera della Moda vuole focalizzarsi solamente sul pret à porter puro.

    Un vero peccato per Elena Mirò, una realtà florida della moda italiana che propone un’ideale di donna più vicino a quello reale.

    Ma la novità più importante riguarda sicuramente le sedi. Dopo il divorzio con l’ente Fiera, Milano Moda Donna si trasferisce in centro. A Palazzo Giureconsulti si troverà il centro servizi della kermesse, comodo per gli “addetti ai lavori” e vicino anche al grande pubblico, mentrele sfilate saranno allestite alla Loggia dei Mercanti, a Palazzo Clerici e a Palazzo Filologico. Tutte le strutture saranno collegate e rese riconoscibili da un motivo grafico a forma di nastro. Sarà inoltre possibile muoversi a piedi o con le biciclette messe gratuitamente a disposizione dal Comune.

    Insomma, le premesse ci sono tutte. Saranno capaci questa volta gli stilisti di fare sistema, come fanno i cugini d’oltralpe?

    476

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Eventi modaMilano Moda DonnaPrimavera 2011Primo Piano

    Speciale Pasqua

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI