Max Mara Milano Moda Donna P/E 2011

da , il

    Se la crisi ha tagliato via tutti gli orpelli Max Mara ha fatto tesoro degli eventi accaduti nel 2010. Il prestigioso brand italiano, era per la verità già famoso per le sue collezioni chic e minimaliste, ma di certo in occasione della presentazione delle collezioni primavera estate 2011 Max Mara ha fatto del minimal la propria bandiera. Classy e chic, queste sono due parole che ben definiscono la collezione del brand, che senza strafare convince tutti con la sua nuova collezione. Unico vezzo, i colori.

    Max Mara infatti accanto a tinte sobrie come l’ecrù e il beige e il bianco, immancabile su tutte le passerelle estive, e ovviamente qualche spennellata di nero, si concentra su tinte forti, decise e di carattere, ossia l’arancio, il rosa fluo e un accesissimo giallo limone, certo, il brand si concede anche qualche ironico pois, ma il resto è completamente tinta unita.

    Ben venga l’abito raffinato, costoso, prezioso, fatto ad arte insomma, ma l’abito in questione deve essere immortale e non figlio delle mode, sembra questo il messaggio lanciato in passerella da Max Mara. Sono pezzi iconici infatti quelli che hanno sfilato per il brand, come i soprabiti doppiopetto, gli eleganti top che si appoggiano sul corpo come un a seconda pelle, gli abiti dai tagli sartoriali che rivelano schiene scoperte o le tute corte. Un minimalismo, quello di Max Mara, che ancora una volta fa rima con classe, ma che non penalizza affatto le silhouettes femminili, al contrario sensualissime grazie agli ampi spacchi dei pantaloni palazzo, e alle schiene messe ben in vista, e ancora alle lunghe gambe messe in evidenza dagli shorts.