NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Le tendenze moda Primavera/Estate 2014 da Milano Moda Donna [FOTO]

Le tendenze moda Primavera/Estate 2014 da Milano Moda Donna [FOTO]
da in Abbigliamento, Milano Moda Donna, Moda Primavera/Estate 2014, Sfilate
Ultimo aggiornamento:

    La settimana di Milano Moda Donna introduce i trend per la stagione primavera estate 2014 sulle sue passerelle glitterate che attirano da sempre gli occhi di tutte la fashion addicted del mondo, e soprattutto quelli delle celebrity americane, grandi amanti della moda italiana. Il meglio del made in Italy sfila in questi giorni nella capitale della moda italiana, con i suoi accenti forti, le sue forme sensuali e iperfemminili e i colori di tendenza che caratterizzeranno la prossima stagione calda. Scopriamo insieme must have e dictat della moda primavera estate 2014.

    Sfilata Roberto Cavalli   Milano Fashion Week 2013

    Nella quarta giornata di Milano Moda Donna, Ermanno Scervino vuole sulla sua passerella una collezione primavera estate 2014 ispirate alle atmosfere sofisticate ed eleganti degli anni ’60, una linea in cui tela e denim si fondono con parti in seta illuminate da inserti di cristalli Swarovski. Ermanno Scervino premia silhouette geometriche e forme ispirate agli origami, ma non dimentica gonne plissé e minidress colorati in toni pastello molto vivaci com il giallo, il verde menta, e il turchese.

    La donna di Bottega Veneta indossa volumi ampi che caratterizzano abiti e gonne, modelli impreziositi da riprese e sovrapposizioni, frange e volant, in colori principalmente scuri che spaziano tra il nero, il blu, il terra, il taupe e il verde scuro.

    Roberto Cavalli porta in passerella a Milano una collezione estiva dominata da toni algidi, una linea sofisticata che premia tessuti morbidi e impalpabili per minidress, abiti e coordinati con pantaloni stampati. Accenti più romantici nella seconda parte della sfilata, che vede toni di rosa cipria, bianco e verde menta lasciare il passo al total black di carattere, abiti che sicuramente non tarderanno a comparire sui red carpet, in coordinato con gli splendidi sandali gladiator che arrivano al ginocchio e che completano con stile ogni outfit.

    Moschino celebra il suo trentesimo anniversario con una sfilata che diventa un vero e proprio spettacolo. Le modelle ballano e ammiccano in passerella, indossando canotte e abiti con scritte ironiche, orecchie di coniglio o copricapi in peluches, accessori dagli echi anni ’80 in pelle nera, top tricolore, gonnelloni stampati, look da suore che fanno da contraltare a quelli da conigliette di playboy e alle tuniche da scolarette. Grandi fiocchi, fantasie giornale, rouches e volant lungo volumi molto vistosi, Moschino ricorda a tutti ancora una volta che la sua voglia di osare non è mai sazia.

    Milano Moda Donna   Sfilata Giorgio Armani

    Terzo giorno di sfilate a Milano, aperto dalla leggerezza romantica della donna di Blumarine. A ispirare la nuova collezione è “Il mistero del giardino di Compton House” di Peter Greenaway, una linea dominata da stampe effetto China, paillettes e farfalle lungo ricami in pizzo macramè e sangallo. Minidress e pensil skirt lineari si alternano ad abiti lunghi in chiffon, organza, lurex, seta e alla pelliccia. I colori protagonisti sono il bianco e il nero, ma anche il ghiaccio, il rosso e l’oro.

    Per Antonio Marras nella prossima estate 2014 le donne vestiranno volumi vistosi. Anche in questo caso tornano farfalle e stampe colorate ispirate ai giardini all’italiana. Stampe lungo le creazioni firmate da Etro, abiti, minidress, coordinati con pantaloni dai volumi ampi e ariosi impreziositi da fantasie paisley e motivi floreali molto raffinati.

    Giorgio Armani porta in passerella la prima della sue linee, la collezione Emporio Armani, caratterizzata da abiti ampi e svasati che non accentuano la silhouette, pantaloni con zampa inferiore, giacche a mezza manica, abiti in toni algidi in seta e boleri in chiffon luminosi.

    Pelle rossa, coordinati dal mood garçon in toni di orange e bianco, forme strutturate e voluminose per le gonne a ruota di Tod’s, mentre Trussardi torna a premiare l’eleganza del bianco, del beige e ovviamente del nero, con una collezione dallo stile safari chic impreziosita da stampe pitone e accenti forti in pelle nera.

    A conclusione della giornata, l’attesa sfilata Versace che vede in passerella una collezione rock, come aveva preannunciato Donatella Versace su twitter. Ampie gonne a ruota in pelle o con fantasia stampata in toni pastello, t-shirt con inserti di carattere, blazer e tubini con catene, applicazioni di rose lungo i pantaloni, giacche biker e minidress dal mood deciso caratterizzati da ritagli cut-out, per incarnare al meglio l’idea della donna moderna.

    Sfilata Fendi   Milano Fashion week

    Nella seconda giornata di Milano Moda Donna, ad attenderci tra gli altri c’erano i più grandi protagonisti della moda italiana nel mondo: Max Mara, Roberto Cavalli con la linea giovane Just Cavalli, Fendi, Blugirl e Prada. Max Mara vuole per il suo defilè primavera estate 2014 una collezione dallo stile minimal e raffinato, pensata per la donna moderna, ma non solo quella dei red carpet e delle occasioni mondane: parliamo della donna del ventunesimo secolo nella sua realtà quotidiana.

    Capi in seta, in lamé, in denim e lino sono proposti in toni neutri di beige e avorio, ma non mancano accenti forti in viola, verde, rosso e corallo per abiti, mantelle, giacche dal mood garçon e cappe oversize. Tanto colore e tanta solarità per le forme anni ’70 di Blugirl, una linea bon ton che riporta in auge stampe fiorate molto vivaci e inserti in paillettes per abiti a trapezio in toni pastello, coordinati con pantalone e abiti lunghi con applicazioni a fiori vistose. Tra gli accessori, colletti in stile baby e fiocchi maxi romantici e irresistibili.

    Fendi si muove verso il futuro, trovando la sua ispirazione tra costruttivismo e realtà virtuale.

    In primo piano la pelliccia multicolor, che ricorre lungo le nuove borse Peekaboo, le 3Jour e le Baguette. Nella collezione di abbigliamento si fanno notare abiti o coordinati con gonne sul ginocchio accompagnati da pellicce e capispalla in toni audaci che spaziano tra il corallo, il rosso, il blu, il rosa fluo con effetti degradé dovuti a sovrapposizioni di strati di organza e raso, seta, tulle e velluto.

    Roberto Cavalli porta in passerella la linea giovane Just Cavalli, una collezione fresca e coloratissima, dominata dai motivi a stampa multicolor e patchwork. Grande protagonista il tartan, fantasie a quadri in toni accesi che si alternano ai più classici motivi floreali lungo casacche aperte su shorts a vita alta, minidress, gonne a trapezio, jumpsuit con dettagli cut-out, e coordinati che lasciano l’ombelico in vista.

    Colore, stampe e punti luce anche per la collezione Prada, sebbene in questo caso sia un’ispirazione artistica a guidare la mano della nostra Miuccia: pop art, graffiti e in generale graphic art. Miles “El Mac” Gregor, Stinkfish, Gabriel Specter, Jeanne Detallante, Pierre Mornet e Mesa sono gli artisti writers che hanno lavorato con la stilista a realizzare stampe e scenografia per la sfilata. Abiti con corpetto rivestiti di cristalli e paillettes si alternano a trench e cappotti con reggiseno gioiello sovrapposto.

    Gonne a ruota plissettate sotto maglie stampate, trench di pelliccia coloratissimi, abiti strapless con tanti volti di donne a fissarci, questo il cuore della proposta estiva di Prada. Una delle particolarità sono gli scaldamuscoli indossati con mary jane in color block e sandali con tacco alto. Queste le parole di Miuccia Prada: “Voglio che i miei abiti raccontino della forza delle donne, della loro combattività, del loro desiderio, della necessità di rompere sempre e per forza delle barriere. Non si fa la rivoluzione con un abito: questo lo so bene. Però il vestire può, deve diventare un atteggiamento mentale”.

    Milano moda donna primavera estate 2014,sfilata Alberta Ferretti

    Nella prima giornata di sfilate milanesi, aprono le danze i gemelli Dan e Dean Caten, stilisti per la griffe Dsquared2. Anche quest’anno il brand noto per il suo stile rock e anticonvenzionale, porta in passerella uno stile eccentrico, ispirato alla moda mare tipica degli anni ’50 nella cultura americana. Una collezione ironica e bon ton per loro, che punta su forme a clessidra con gonna ampia, abiti lunghi che mettono in primo piano il punto vita, giacche a trapezio e accessori dal mood vintage in toni molto vivaci a completare ogni outfit.

    Una delle sfilate più attese era poi quella di Gucci, nel cui parterre ha presenziato la bellissima Blake Lively. La collezione, dall’ispirazione sporty chic con echi della moda anni ’70 e ‘90, ha visto trionfare trasparenze audaci e motivi a stampa singolari. Tuniche a kimono in colori scuri si alternano a quelle in toni sgargianti e laminati, il nero segna il cuore della collezione alternandosi a tinte calde o fredde. Scollature profonde, coordinati e tute dall’allure tutt’altro che sportivo per Frida Giannini, che reinventa il concetto di eleganza moderna ancora una volta con grande classe.

    Classica, romantica e sofisticata la donna di Luisa Beccaria, incantevole in abiti lunghi in toni che spaziano tra il bianco, il rosso, il turchese, il lilla e l’argento, creazioni leggere e impalpabili che faranno impazzire le amanti di uno stile raffinato e bon ton. Luciano Soprani porta in passerella una donna elegante e di carattere, premiando il contrasto cromatico eterno tra bianco e nero, mentre Elena Mirò con la linea For.Me privilegia stampe floreali in toni pastello, forme minimal lineari e il total white per i look più chic.

    Grande attesa anche per la sfilata Alberta Ferretti, che ci propone una collezione molto allegra e giovanile. Minidress e abiti bianchi impreziositi da bande stampate si alternano a modelli in color block con gonne a ruota lunghe o corte anche con fantasia e righe. Un mood vagamente gitano ispirato alla moda ispanica per i modelli in nero, capi ricchi di ricami e trasparenze che lasciano il passo ad abiti da sera in toni vivaci di arancione, rosso e bianco con elementi floreali lungo le scollature.

    1959

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AbbigliamentoMilano Moda DonnaModa Primavera/Estate 2014Sfilate
    PIÙ POPOLARI