Lanvin, sfilata primavera estate 2011

da , il

    Lanvin porta in scena la sua nuova collezione sulle passerelle della Paris Fashion Week, la genialità e l’irriverenza di Alber Elbaz sono sempre ben evidenti ed anche stavolta esordisce con la sua auto disapprovazione dicendo: ““Io non sono un designer fresco, e Lanvin non è un marchio cool”. La sfilata Lanvin è una provocazione a tutti gli effetti, Alber Elbaz sostiene che le donne oggi sono pronte a comprare un corpo nuovo dal chiururgo estetico vicino casa, lui non ci sta e crea una sfilata che è un inno alla pelle, alle rughe, al tempo.

    La sfilata Lanvin è uno spettacolo magnetico ed incredibile, il designer ci propone abiti bellissimi e chic che spaziano da mise con gonne lunghe e svolazzanti a mini dress da sera stretti e aderenti che mettono in mostra il corpo, le curve, e che sono declinati sia corti che lunghi, inizialmente in toni scuri come verde, grigio e marrone per poi passare a tinte fluò con gialli, arancioni e rossi intensi.

    Negli abiti troviamo dettagli glamour da cui è impossibile non restare ammaliati, come la foglia in metallo antichizzato che troviamo su abiti, borse e collane, inserti di tulle in abiti semplici e abiti fatti interamente in tulle, si passa poi a vestiti in pelle decorati con pattern, motivi geometrici e onde, ed è quì che lui gioca sul concetto di rughe, ma anche sugli abiti stropicciati e “rugosi” declinati in tanti modelli e colori.

    La sfilata si conclude con file di modelle vestite con tuniche, chemisier e abiti monospalla declinati con stampe belle e dal mood selvaggio.

    Guardate tutte le immagini nella fotogallery, è una collezione davvero stupenda!