Lady Diana: all’asta i suoi abiti più celebri

da , il

    Lady Diana

    Gli abiti di Lady Diana, icona della moda e dello stile, andranno all’asta. Domani 8 giugno saranno infatti venduti alcuni degli abiti più famosi della principessa, scomparsa tragicamente il 31 agosto del 1997. Dall’archivio di Elizabeth Emanuel, stilista che vestì più volte Lady D, sono stati ripescati abiti come quello che ha ispirato il suo abito da sposa, la blusa che indossò per annunciare il suo fidanzamento con il principe Carlo e anche il famoso abito nero a spalle scoperte che indossò in una delle sue prime uscite ufficiali e che destò scalpore.

    Lady Diana è sempre stata considerata un’icona di stile. Due le case di moda che le hanno dedicato negli anni alcune borse: Dior ha infatti disegnato per lei la Lady Dior, mentre Tod’s ha realizzato in suo onore la D Bag.

    Domani 8 giugno, a Londra, saranno messi all’asta alcuni dei suoi abiti più celebri. Trenta pezzi d’archivio recuperati dall’atelier della stilista Elizabeth Emanuel, che tante volte vestì la principessa.

    Tra gli abiti più significativi, il modello usato per creare il suo abito da sposa e la blusa in chiffon di seta indossata per il fidanzamento ufficiale con Carlo, capo che ha dato notorietà alla stilista Elizabeth Emanuel. Il primo modello che la designer inglese e il marito David disegnarono per la principessa fu il celebre abito nero in taffetà che sfoggiò per la prima uscita ufficiale dopo il fidanzamento. Un abito che anche dalla stampa fu definito scandaloso: troppo audace, con le spalle scoperte, ma soprattutto nero, un colore che i reali indossano solamente in occasione dei funerali. Ma secondo la Emanuel, fu proprio quel famoso abito a consacrarla come icona di moda e di stile.

    Foto da:

    dianacollecting.files.wordpress.com

    Via | La Stampa

    Dolcetto o scherzetto?