La sfilata haute couture P/E 2012 di Giambattista Valli

La sfilata haute couture P/E 2012 di Giambattista Valli
da in Abiti, Giambattista Valli, Haute Couture, Paris Fashion Week, Primo Piano, Sfilate
Ultimo aggiornamento:

    Ieri sera è andata in scena la sfilata haute couture di Giambattista Valli per la primavera estate 2012, un tripudio di eleganza, pizzi, merletti e un delicato effetto di porcellana bisquit. Giambattista Valli o Monsieur Vallì, come lo chiamano a Parigi, porta in scena una collezione memorabile, un tripudio di abiti assolutamente favolosi che mettono in mostra tutto ciò che vuol dire “fatto a mano”, le collezioni sartoriali che stanno quasi scomparendo, il suo è un “Un omaggio a un’arte che non deve sparire”.

    Giambattista Valli è uno stilista romano indipendente che non fa parte di nessun mega-gruppo e si finanzia da solo, non deve sottostare a nessuna regola, se non quelle che lui stesso si impone.

    A Parigi punta sulla bellezza assoluta dei suoi capi di abbigliamento con un’attenzione particolare alla vita alta, abbiamo cappottini con decorazioni tridimensionali, abiti in pizzo che lasciano scoperte le gambe, ma anche cristalli Swarovski e georgette di seta.

    Valli difende a spada tratta le collezioni couture e dichiara: ” Intanto la couture serve per conservare il sapere sartoriale e mantenere in vita gli atelier, che sono una scuola non solo di lavoro ma anche di vita”. E aggiunge: “Occorre sfatare anche il falso racconto di chi sostiene che le clienti della couture sono poche. Non è vero. Le clienti sono molte di più di quanto si creda.

    Questo mestiere l’ho respirato fin da ragazzo quando lavoravo da Capucci e poi da Ungaro. Certi codici non puoi dimenticarli. Faccio abiti couture da sempre e, solo per fare un esempio, quando ho aperto il mio negozio a ristrutturazione e l’allestimento li ho pagati solo con i proventi degli abiti couture”.

    E in pieno piglio polemico prosegue dicendo: “E, infine, basta con questa falsa morale. Io credo che oggi sia più volgare un ricco che non spende che il ricco che spende e che mette in circolazione le proprie risorse”.

    Non fa una piega in effetti… voi che ne pensate?

    361

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AbitiGiambattista ValliHaute CoutureParis Fashion WeekPrimo PianoSfilate
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI