Kate Moss posa per David Yurman

Kate Moss posa per David Yurman
da in Campagne pubblicitarie, Collane, Gioielli, In Evidenza, Kate Moss, Top Model
Ultimo aggiornamento:

    E’ ancora sulla cresta dell’onda (ma l’ha mai lasciata?). La top model che con la sua bellezza atipica ha definitivamente cambiato la storia delle indossatrici, togliendo al mondo l’idea che il concetto di bello legato alla moda fosse necessariamente difinito da statuarie bombe sexy, Kate Moss sembra essere una fashion icon senza tempo. Regina delle copertine, designer di discreto successo (oltre ad avere avuto una sua linea da Topshop per diverse stagioni, rapporto chiuso da pochissimo, poco più che una manciata di giorni, Kate Moss da tempo si occupa con successo delle borse di Longchamp) ma soprattutto è protagonista della stragrande maggioranza di campagne pubblicitarie.

    I designer la amano e se la contendono. Oltre ad essere il volto di Longchamp, ovviamente, il prossimo inverno Kate Moss attualmente regina della copertina di Vogue Uk, che l’ha scelta per il numero di settembre- sarà il volto anche di Isabel Marant e di David Yurman.

    David Yurman ha fortemente voluto l’iconica top model britannica per presentare al mondo i suoi esclusivi pezzi di gioielleria pensati per tutti (il brand è molto amato dagli uomini di Hollywood da Brad Pitt a Will Smith), confermando dopo qualche stagione di assenza – la modella inglese è già stata in passato protagonista delle campagne di Yurman – il fascino irresistibile di Kate Moss.

    Per la collezione autunno-inverno 2010/2011 di David Yurman Kate Moss è volata a St.

    Barth dove ha posato per uno dei grandi maestri della fotografia di moda, Peter Lindbergh. Così sono nate le splendide foto, rigorosamente in bianco e nero, della campagna pubblicitaria di David Yurman. Eccovene un assaggio.

    Foto:www.refinery29.com

    309

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Campagne pubblicitarieCollaneGioielliIn EvidenzaKate MossTop Model

    Speciale Pasqua

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI