Just Cavalli, sfilata autunno-inverno 2010/2011

da , il

    Animalier a go-go nella collezione di Just Cavalli per l’autunno-inverno 2010/2011, presentata giovedì 25 febbraio durante Milano Moda Donna. Uno stile eclettico, che mixa stili diversi in un gioco di sovrapposizioni e mescolanze. In fondo, lo stile di questa collezione prende spunto proprio dal look delle ragazze di oggi, che prendono un po’ da tutti gli stili, unendo materiali e abiti che spesso non c’entrano niente l’uno con l’altro. E naturalmente il maculato, stile distintivo di Cavalli, non manca nemmeno nella sua collezione young.

    Davanti a uno schermo che proietta i tre colori primari giallo, rosso e blu sfilano le modelle che indossano gli abiti e gli accessori della collezione autunno-inverno 2010/2011 di Just Cavalli, che mixa stili diversi in un vero e proprio “pout pourri”, dove troviamo davvero un po’ di tutto.

    Ma d’altronde l’ispirazione per la nuova collezione di Just Cavalli, la linea di moda young di Roberto Cavalli, sembra arrivare proprio dal look delle ragazze più giovani, uno stile che mescola, incastra e unisce abiti e materiali differenti che prima di allora nessuno avrebbe osato accostare. La differenza è che qui troviamo abit di Just Cavalli e non di Zara o H&M.

    Nella nuova collezione troviamo, come prevedibile, moltissima pelliccia: eccola nei giacconi, nei coprispalle, nei gilet. Cavalli non dimentica nemmeno di riattualizzare un tessuto come il tartan, che troviamo in camicie e gonne kilt, e rende capo principe della collezione il leggings, che si colora delle stampe fantasia e animalier maculate simbolo della collezione.

    L’animalier, usato anche da Blugirl per la collezione autunno-inverno, si declina in tutte le forme possibili e immaginabili, dalle camicie ai leggings, dalle mini gonne alle giacche.

    Il giudizio complessivo di questa collezione? Che forse mescola un po’ troppo, creando davvero un “pout pourri” che a volte risulta un po’ troppo eccessivo.

    Foto da:

    www.style.com

    Dolcetto o scherzetto?