Jil Sander: Milano Moda Donna P/E 2011, le foto della collezione

da , il

    Se non l’avessimo ancora capito, uno dei tormentoni della prossima primavera-estate 2011 saranno le righe. Le abbiamo viste praticamente dappertutto, nelle collezioni di Emporio Armani, di Versace, di Prada e oggi anche in quella di Jil Sander, dove Raf Simons vuole disegnare una donna un po’ clownesca, ma pur sempre abbigliata nel rigoroso stile minimalista che contraddistingue da sempre il lavoro dello stilista belga in questa casa di moda. Il designer gioca molto sui volumi, ampi in alcuni punti e quasi strizzati in altri, e con i colori: tinte complementari e non si sfidano in una battaglia all’ultimo mix.

    Di fronte ai più importanti direttori di riviste di moda di tutto il mondo, tra cui la temibile Anna Wintour e il simpatico Joe Zee di Elle US è andata in scena la moda di Jil Sander per la primavera-estate 2011, disegnata ancora una volta dallo stilista belga Raf Simons.

    Una collezione che di certo colpisce e che credo non possa essere commentata a caldo. Come per quella di Prada, così diversa e così inaspettata, la collezione di Jil Sander ci porta in un’atmosfera completamente differente da quelle delle altre collezioni.

    La donna di Simons sembra quasi ispirarsi all’abbigliamento dei clown, ma con questo non voglio assolutamente dire che i capi disegnati dal designer siano ridicoli: le forme esageratamente larghe, il contrasto tra colori complementari e il ricorso alla stampa rigata mi portano subito a pensare a quel mondo meraviglioso e colorato che è il circo, soprattutto quello del primo Novecento.

    Il bianco si associa al verde, al rosa, al blu, all’arancio: diventa quasi una tela da sporcare con colori accesi e vivaci. Tra pants oversize, dress che si gonfiano sulla passerella, gonne che sembrano quasi avere vita propria da allacciare alla vita con un fiocco, c’è posto anche per tailleur rigorosi da lavoro ma soprattutto per completi che sembrano quasi scolpiti.

    Ma il bello di questa collezione è sicuramente il modo con cui Simons gioca con i colori, abbinando un blu e un arancio qua e un verde e un viola là. Insomma, sembra proprio che la prossima primavera-estate 2011 i colori accesi non mancheranno: l’importante sarà avere il coraggio di osare nel mixarli tra loro.