Jil Sander la collezione P/E 2012 presentata al Milano Moda Donna, un’eleganza discreta

da , il

    La donna portata in scena da Jil Sander si impone come una delle più interessanti di questo Milano Moda Donna, ho sempre apprezzato l’eleganza discreta della griffe così come il togliere in un momento in cui il mettere va per la maggiore. Una sfilata così bella e ben equilibrata non mi giunge nuova ma di certo non può ce farmi piacere, e come quando vedo qualcuno che ti piace e ci chiacchieri e ti piace ancora, poi ci esci a cena e senti che te ne stai innamorando, posso dice che tra me e Jil Sander è andata così.

    La collezione primavera estate 2012 di Jil Sander è bellissima, delicata ed eterea, la griffe ci propone una moda composta, minimalista ma anche allegra e sbarazzina. Si inizia con delle mise in candido bianco e si finisce con lo stesso colore e la stessa tenerezza, come delle sposine le modelle di Jil Sander sono emozionate e più belle che mai.

    Jil Sander ci presenta una collezione bella e minimalista ma non priva di contenuti e di elementi destinati a lasciare il segno. La stampa con i frattali con i toni pastello e opachi secondo me la vedremo molto in giro, ma ci sono anche mise con la stampa check e con i quadretti vicky sempre molto chiari e dai toni zuccherini.

    Bellissimi anche i tailleur dal taglio sartoriale ma femminili più che mai così come il crochet, un po’ inflazionato a dire il vero, ma Jil Sander riesce a farci dimenticare quelli degli altri.

    Una sfilata da 10 e lode, probabilmente la migliore del Milano Moda Donna.