Jean Paul Gaultier, collezione Prefall 2010

da , il

    Tra una collezione ispirata al mondo degli Aztechi e dei Maya e una invece in pieno spirito folk, Jean Paul Gaultier riesce a trovare lo spazio per una collezione Prefall 2010 molto classica, dal rigore geomatrico quasi impressionante. Ma d’altronde è forse anche questo che più amiamo in Jean Paul Gaultier, la capacità di reinventarsi sempre di passare da uno stile all’altro risultando sempre credibile. Credete che ci mancherà da Hermès? Io credo proprio di sì, masono abbastanza sicura che Christophe Lemaire, che ha risollevato le sorti di Lacoste, possa giocarsi molto bene le se carte!

    La notizia che Jean Paul Gaultier è in procinto di lasciare Hermès dopo la presentazione della collezione primavera-estate 2011 ha lasciato moltissimi fan della maison abbastanza senza parole.

    Una separazione comunque consensuale, in quanto non solo Hermès detiene la maggioranza della griffe personale dello stilista francese, ma anche perché Gaultier continuerà a collaborare con il marchio per alcuni progetti ancora top secret.

    La decisione che ha portato l’eclettico stilista francese è la volontà di focalizzarsi sulle sue collezioni personali, da quelle pret à porter a quelle haute couture, passando per le precollezioni. Se i risultati di questo nuovo impegno possono essere anche solo la metà di questa Prefall 2010, allora possiamo restare tranquille.

    Tra una collezione haute couture ispirata alle società precolombiane e una folk per l’autunno-inverno 2010/2011, Gaultier ha deciso di lasciare da parte ispirazioni troppo fantasiose per dedicarsi a una collezione più classica, in cui l’abbigliamento femminile trae anche spunto dal guardaroba maschile.

    Completi dal rigoroso taglio geometrico, smoking, ma soprattutto lunghi cappotti in materiali plastici, abiti che seguono le onde sinuose del corpo femminile in una palette che spazia dal rosso al verde fino al cipria. Gaultier sembra prediligere la lunghezza, copendo quasi sempre le gambe delle sue modelle sia quando indossano i pantaloni che quando provano abiti per la sera.

    Eleganza e rigore, per una collezione non banale che punta tutto sulla geometria e sullo stile. Cosa tirerà fuori dal cappello Gaultier per le sfilate di alta moda?

    Foto da:

    www.style.com