Gucci:i nuovi gioielli e i simboli del passato

da , il

    Oltre alle sue famosissime borse e alle calzature, oltre all’abbigliamento firmato dall’ormai famosissima designer Frida Giannini, Gucci è amato in tutto il mondo anche per i suoi orologi e certamente la sua splendida gioielleria hce di anno in anno affscina sempre più Gucci-addicted. La famosa maison fiorentina ha presentato al Baselword, il Salone mondiale dell’Orologeria e della Gioielleria la sua nuova collezione di orologi e di bijoux.

    Nel rispetto del mood che sta condizionando le scelte stilistiche della maison, l’attenzione al passato e alle radici della maison, Gucci che sta sfruttando al massimo la forza della sua solidissima tradizione, propone la linea “Icon” che rilancia il “GG” e appone il famoso monogram ideato nel secondo decennio del novecento su orecchini , anelli e bracciali realizzati in oro nei tre colori classici, il bianco, il rosa e il giallo splendidi nella loro semplicità o preziosissimi nella variante che aggiunge zaffiri rosa o diamanti in tre variazioni di colore, il più classico bianco, il nero o il marrone.

    Un altro inno alla storia della maison è la linea “Bamboo”, uno degli storici e più amati simboli della maison infatti torna ad ispirare Frida Giannini che ripropone un bracciale che già aveva avuto successo negli anni ’70, e declina il famoso simbolo in orecchini, bracciali e perfino gemelli in oro 18ct ideati in due versioni, con e senza diamanti.

    L’ultima novità in fatto di gioielleria presentata da Gucci infine è la linea “Diamantissima”, che prende ispirazione dalla tela di diamante. Bracciali e anelli in oro bianco o giallo rigorosamente 18 ct si vestono di quello speciale motivo a losanghe con piccoli diamanti interconnessi che richiama alla mente il primo disegno a diventare celebre e a identificare la maison introdotto per la prima volta negli anni ’30 sulle valigie.

    Foto:www.fashiontimes.it

    Dolcetto o scherzetto?