Gucci:”Bamboo forever” la storia di un’icona diventa mostra

da , il

    bamboo bag gucci

    Non c’è dubbio, il 2010 è l’anno dei bilanci per Gucci, l’anno in cui il passato torna prepotente ad emergere con una forza tutta nuova, fatta del prestigio dell’artigianato – quello vero dei pochi che sono rimasti a saper fare- della tradizione imperitura, cuore pulsante di una maison capace di rimanere in piedi nonostante tutto e tutti e nonostante la crisi e di mostrare con orgoglio il passato che è alla base del presente e finestra sul futuro.

    Dopo tante iniziative che Gucci ha promosso per restituire merito ad una storia vincente di successi, dall’Artisanal Corner alla campagna pubblicitaria, che vede gli artigiani fiorentini al posto delle top model, ancora una volta la maison accende i riflettori su uno dei suoi insindacabili successi: la Bamboo bag. E si perché sebbene sia ancora una delle borse di maggior successo del marchio con le doppie “G” – tanto da spingere la maison a riproporne ciclicamente versioni rivisitate- la Bamboo ha superato la sessantina. Per celebrare l’iconico modello ideato ben 64 anni fa dal team creativo di Gucci la maison ha deciso di allestire una mostra itinerante dal titolo “Bamboo forever” dedicata proprio alla storia di questa borsa speciale.

    L’esposizione, che verrà allestita in alcune boutique del marchi a cominciare da quella in Via monte napoleone a Milano per poi spostarsi a Berlino, Vienna, Barcellona, Londra, parigi, Forte dei Marmi, Cannes e Capri. In mostra in questi monomarca tutto ciò che negli anni ha fatto di questa borsa un vero e proprio must have, da alcuni preziosissimi modelli vintage fino ad oggi custoditi gelosamente negli archivi della maison, alle fotografie di celebrities come Vanessa Redgrave o Ingrid Bergman con al braccio la storica borsetta e ancora campagne pubblicitarie del passato e immagini che ne mostrano le fasi produttive.