Givenchy, campagna pubblicitaria autunno-inverno 2010/2011

da , il

    Givenchy, campagna pubblicitaria autunno-inverno 2010/2011

    Ecco i primi scatti della campagna pubblicitaria autunno-inverno 2010/2011 di Givenchy, che interpreta una delle collezioni a mio avviso più interessanti tra tutte quelle viste durante le passate sfilate. Riccardo Tisci per la prossima stagione ha scelto ancora una volta la sua musa Maria Carla Boscono, da alcune stagioni testimonial fissa degli advertising della maison francese. Ma non è questo che ha suscitato pù scalpore: Tisci infatti ha scelto tra i testimonial Lea T., la sua assistente trasgender, per interpretare la dicotomia maschile-femminile dello stile Givenchy.

    Scelta artistica o strategia di marketing ben congegnata dall’abile e genial Riccardo Tisci? Lo stilista di Givenchy rivendica la sua scelta di far posare per gli scatti della campagna pubblicitaria autunno-inverno 2010/2011 la sua assistente Lea T., una ragazza trasgender, con queste parole: “E’ sempre stata molto femminile, è fragile e molto aristocratica. Perfetta per testimoniare la dicotomia femminile-maschile del mio stile”. In ogni caso, inutile dire che di questa pubblicità sentiremo parlare praticamente ovunque, su siti web o sulle riviste.

    Lea T. è la ragazza sulla destra che comprare nella foto postata qui sopra. Sinceramente se nessuno mi avesse detto che si trattava di un trans, non avrei mai potuto nemmeno pensarlo!

    Negli scatti realizzati da Mert Alas e Marcus Piggott troviamo Maria Carla Boscono, musa di Riccardo Tisci e da alcune stagioni testimonial della maison, Malgosia Bela ,Catherine McNeal e Joan Smalls, per una campagna che gioca molto sull’amiguità sessuale per esaltare lo stile androgino di Riccardo Tisci.

    Foto da:

    modainsegni.blogspot.com

    Via | ModaInSegni

    Dolcetto o scherzetto?