Gareth Pugh: sfilata A/I 2011-12 alla Paris Fashion Week

da , il

    Gareth Pugh è uno stilista davvero incredibile, il suo genio e la sua “follia” sono paragonabili a quelli del compianto Alexander McQueen. Gareth Pugh è uno stilista inglese che nei giorni scorsi ha portato in scena la sua nuova collezione autunno inverno 2011 2012 alla Paris Fashion Week, pensate che non ha ancora nemmeno 30 anni ed è già considerato uno dei nuovi guru della moda. Vediamo insieme la nuova collezione e lo stile noir e futuristico che ci presenta Gareth Pugh!

    La sfilata di Gareth Pugh è il risultato di importanti collaborazioni che hanno contribuito al successo stratosferico che ha conquistato tutto il mondo. Matthew Stone ha contribuito alla colonna sonora gut-rombo elettronico, Simon Costin invece ha creato lo sfondo futuristico. Alex Box si è occupato del make-up creando un trucco da mutante (“luce spettrale “era il leitmotiv della collezione).

    Gareth Pugh ha creato i vestiti: le forme rigide, le giacche rigorosamente dal taglio sartoriale, le spalle larghe e strutturate una preponderanza della pelle nera che, in alcuni casi, sembrava addirittura gomma. Questo linguaggio è suo e solo suo, e colpisce questo stile decadente e spettrale in una persona così giovane (compierà 30 anni ad agosto).

    La mise con il fodero nero e il mantello blu cobalto coordinato è stato uno dei pezzi forti della sfilata che in alcuni casi aveva i tratti di una mostra e non di un defilè.

    La collezione è molto rigida, abbiamo la parte superiore degli outfit molto strutturati e rigidi che poi sfociano in pantaloni di chiffon con i volumi di una gonna che scorre leggera, bellissime anche le vesti da sacerdote della parrocchia di paese. Sono stati proprio i ricordi d’infanzia ad ispirare Gareth Pugh nella costruzione di questa collezione.