Gap licenzia il suo designer Patrick Robinson

da , il

    patrick robinson gap

    Anche la moda americana comincia a dare i primi segni di cedimento. Dagli Stati Uniti infatti arriva la notizia del licenziamento di Patrick Robinson, executive vice presidente del brand e responsabile della moda adulto di Gap. Un avvenimento che si inserisce in un difficile momento per la moda internazionale, dove nell’ultimo periodo sono stati tanti i nomi famosi a saltare, primi fra tutti John Galliano per Dior e Christophe Decarnin per Balmain. Il motivo? Gli scarsi risultati messi a segno da Gap in questi ultimi 4 anni.

    Anche la moda statunitense comincia a dare i primi segni di cedimento. Da febbraio a questa parte, da quando cioè il fashion system aveva cominciato a tremare dopo il licenziamento di John Galliano da Christian Dior (a cui poi è seguito anche l’allontanamento dalla maison che porta il suo nome) sono state tante le firme eccellenti a saltare nel panorama d’oltralpe: Christophe Decarnin da Balmain, Vanessa Seward da Azzaro, Cedric Charlier da Cacharel…

    Anche la moda italiana tutto sommato non è rimasta immune a questo turn over: è di qualche tempo fa infatti la notizia dell’allontanamento di Tommaso Aquilano e Roberto Rimondi da Gianfranco Ferré, mentre poco dopo le sfilate Trussardi aveva annunciato la fine della sua collaborazione con Milan Vukmirovic.

    E adesso trema anche la moda a stelle e strisce, anche quella low cost oltre tutto. Gap infatti ha deciso di chiudere ogni suo rapporto con Patrick Robinson, da quattro anni vice presidente e firma delle linea adult e body. La colpa di Robinson sarebbe stata quella di non aver dato vigore al marchio, che soprattutto negli Usa sta registrando un calo forte delle vendite. Chi gli succederà? Staremo a vedere!