Festival del Cinema di Venezia 2015: i look delle star al lido [FOTO]

Festival del Cinema di Venezia 2015: i look delle star al lido [FOTO]
da in Abbigliamento, Abiti, Festival del Cinema di Venezia
Ultimo aggiornamento:

    Festival del Cinema di Venezia 2015. Oltre ai film in concorso, alle pellicole più importanti del panorama cinematografico internazionale, ci sono loro i vip di mezzo mondo. Vip che sfoggiano look da vere star al lido, sul red carpet ma non solo. Dalle giurate più belle, come Paz Vega e Diane Kruger alle celeb più influenti nel mondo della moda, come la direttrice di Vogue Franca Sozzani, fino alle attrici più sofisticate e attese, come Kasia Smutniak, senza dimenticare la madrina dal fascino magnetico, Elisa Sednaoui, ecco gli outfit più belli, ma non solo, sfoggiati dalle star al lido.

    La 72esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, in programma al lido dal 2 al 12 settembre, ha ufficialmente aperto le danze e ieri sera, per la prima serata, sono numerose le star che hanno sfilato sul tappeto rosso sfoggiando look da grande spolvero. Prima fra tutti sicuramente lei, la modella, attrice e neo regista Elisa Sednaoui, la bellissima madrina della prima e dell’ultima serata del Festival del Cinema veneziano, che ha portato una ventata di luce e fascino indossando un abito Giorgio Armani Privé e incantando tutti con il suo sguardo magnetico.

    Da segnalare sicuramente tra i look più belli anche quello delle giurate Paz Vega e Diane Kruger. La prima, l’attrice spagnola dalla figura esile e dalla bellezza raffinata, ha convinto con un bellissimo abito lungo tempestato di perle, che lasciava le spalle scoperte e sottolineava la silhouette in modo impeccabile, firmato Ralph & Russo. La seconda ha confermato la sua fama internazionale di fashion icon indossando un abito bianco dai riflessi lucenti firmato Prada. Bellissime anche Rossella Flamingo, che ha optato per un classico di Dolce e Gabbana, un abito in pizzo nero e rosso, e Alessandra Ambrosio che ha decisamente osato, tra aperture, spacchi e trasparenze – che la super modella dalla bellezza indiscutibile può decisamente permettersi – con un abito dall’ispirazione bohemian chic firmato Philosophy di Lorenzo Serafini. Una menzione speciale per l’attrice orientale Zhang Yan che non è sicuramente passata inosservata con una creazione firmata Ashi Studio.

    Se la prima sera le star si sono sbizzarrite, sfoggiando look particolari che le facessero risaltare sul red carpet della kermesse cinematografica veneziana, anche per la seconda serata, quella di giovedì 3 settembre 2015, non si sono risparmiate. Tra eventi e presentazioni dei film in concorso, come il toccante “Il caso Spotlight” i vip di turno, italiani e internazionali, hanno sfoggiato mise di tutto rispetto. Dal fluttuante abito nero scelto dalla bellissima super top model Alessandra Ambrosio, che ha optato per un mix di trasparenze e seduzione in lungo firmato sempre Philosophy, all’abito, sempre total black, in pizzo nero dalla gonna ampia, scelto dalla it-girl, web influencer e designer Eleonora Carisi. Da segnalare la scelta in corto, sempre firmata Alberta Ferretti, della presentatrice italiana Fiammetta Cicogna, che ha puntato tutto, o quasi, sulle scarpe, un paio di sandali rosso bordeaux in raso lucido con una vistosa applicazione in tulle tono su tono sul cinturino.

    Week-end ricco di red carpet, di presentazioni, eventi, feste, serate e première al lido. Il Festival del Cinema di Venezia entra nel vivo e le star, italiane e internazionali non si fanno attendere sfoggiando look da capogiro. C’è chi opta per un effetto bon ton chic per le serate e per abiti da sera più romantici ed eterei, scegliendo come tono cromatico del momento il cipria, come la bellissima attrice italiana Gabriella Pession.

    O chi decide di non passare inosservata – come se servisse davvero il vestito per correre un tale rischio – indossando un vestito dalla linea rigorosa, accollato e con le maniche lunghe, ma dai dettagli divertenti, come la gonna asimmetrica, e dai riflessi metallici quasi abbaglianti, come l’attrice d’oltreoceano Kristen Stewart. Da segnalare, oltre alla scelta romantica di Carolina Crescentini e alla scelta rock inevitabile di Gianna Nannini, arrivata al lido per non perdersi il documentario “Janis” sulla vita di Janis Joplin, anche l’attrice Usa Dakota Johnson che ha sprigionato il suo mix di sensualità e femminilità con alcuni outfit degni di nota. Insomma, ci sono state mise per tutti i gusti anche durante questo lungo fine settimana veneziano.

    Le vere protagoniste del sesto giorno e della sesta serata della kermesse più affascinante del cinema, con buona pace delle poche star internazionali new entry, sono state loro le dive delle pellicole italiane.

    Le giovani e giovanissime soprattutto. Come la trentenne Rossella Mattei nel cast di “Non essere cattivo”, film fuori concorso al Festival, che ha sfoggiato un lungo e morbido abito dai toni chiari con delicati riflessi metallici e profondo scollo a V. O l’attrice romana dalla bellezza acqua e sapone, dall’eterna aria da ragazzina acqua e sapone, boccoli dai riflessi rossi e sorriso che incanta, Cristiana Capotondi, che ha illuminato il red carpet con un abito chiaro con una gonna lunga in chiffon, arricchito da dettagli luccicanti.

    Due note, una positiva e una con un punto interrogativo per due attrici straniere: Carmen Chaplin, bellezza britannica, attrice e regista dal cognome importante, che ha sfoggiato un sofisticato look all’insegna del colore e del glamour; Yael Abecassis, modella e attrice israeliana che ha osato un po’ troppo optando per un outfit da punto interrogativo, una sorta di kaftano – forse più adatto ad altri contesti piuttosto che al tappeto rosso – capelli selvaggi e sandali con evidente plateau.

    E se è vero che c’è rosso e rosso, la conferma delle mille possibili sfumature del colore più passionale di sempre, almeno in fatto di moda, arriva dal red carpet della settima serata del Festival del Cinema di Venezia. Al lido c’è chi sfoggia un look rosso da vera regina di stile ed eleganza, come l’attrice Alba Rohrwacher, che per la kermesse cinematografica scegliere look firmati Valentino. E chi si lascia tentare da nuance meno convincenti e modelli meno accattivanti – meglio non fare nomi, ma Miriam Catania non ha dato il meglio di sé.

    Poi c’è chi ha preferito le tonalità più neutre, ma sempre efficaci per risaltare in mezzo alla folla di vip dei tappeti rossi, come la giovane attrice protagonista della pellicola di Marco Bellocchio “Sangue del mio sangue” in concorso al Festival. Lei, l’attrice ucraina Lidiya Liberman ha optato per un lungo abito avorio d’ispirazione barocca con generose decorazioni d’oro, che ne hanno sicuramente fatto risaltare charme e bellezza.

    Prosegue la sfilata di grandi star sul tappeto rosso della 72esima edizione del Festival del Cinema di Venezia. E prosegue la sfilata di scelte più o meno azzeccate – in fatto di moda ovviamente – delle protagoniste del cinema e della televisione, della cronaca mondana e non solo. La più incantevole, che illumina per l’ennesima volta il red carpet veneziano, è di nuovo lei, la madrina dal fascino enigmatico e dallo sguardo magnetico, Elisa Sednaoui, che sfoggia un lungo abito con lo strascico dai riflessi scintillanti firmato Giorgio Armani Privé.

    Più sottotono, ma sempre glamour, Diane Kruger, con un abito bianco senza spalline, dalla linea dritta e dalla grande decorazione floreale a contrasto firmato Oscar De La Renta. Decisamente fin troppo su di tono, invece, la showgirl italiana Cristina Buccino che ha optato per un abito iper sexy, nero, aderente, lungo e in pizzo, ma soprattutto dotato di maxi zip doppia, per aumentare all’occorrenza sia lo spacco sia la scollatura.

    Sarà che si avvicina il gran finale, sarà che non era la serata dei look e dello stile, ma questa nona serata di Festival, in termini di glamour e fascino è apparsa un po’ meno abbagliante del solito. Nessuna grande star ha davvero brillato sul red carpet. La più elegante, forse, era lei, l’attrice italiana Valeria Bilello che per il giorno ha sfoggiato una mise casual molto bon ton chic e sul tappeto rosso ha portato un abito nero, rigoroso e dai piccoli dettagli luccicanti. Lunghissimo abito dall’inconfondibile fantasia tricot firmata Missoni, per la produttrice Rita Rusic, che ha puntato tutto sui colori chiari e pastello. Un outfit improbabile, invece, per l’ex sex symbol Serena Grandi, con un abito in tessuto elasticizzato a pois asimmetrici e zeppe.

    Vere dive “poche ma buone” sul red carpet delle ultime serate del Festival del Cinema di Venezia. Tra le attrici che hanno colpito di più, non solo per la solita bravura e il solito fascino magnetico, l’italianissima Valeria Golino che ha scelto Prada per le due serate da tappeto rosso: con la fianco il suo bellissimo Riccardo Scamarcio ha sfoggiato un abito in morbidissimo tessuto azzurro, prima, e un rigoroso abito lungo bordeaux, poi. Stupende anche Diane Kruger in un lungo abito Valentino Couture e Paz Vega con un completo d’ispirazione maschile ma dalla sensualità unica, firmato Ulyana Sergeenko. Più sottotono, anzi un po’ deludente in realtà, la scelta color block firmata Fendi della madrina, Elisa Sednaoui.

    1711

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AbbigliamentoAbitiFestival del Cinema di Venezia

    Speciale Pasqua

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI