Emilio Pucci Milano Moda Donna P/E 2011

Emilio Pucci Milano Moda Donna P/E 2011
da in Milano Moda Donna, Primo Piano, Sfilate, Emilio Pucci collezione 2011
Ultimo aggiornamento:

    Non sarebbe Emilio Pucci se in passerella non sfilassero stampe ipercolorate. E in è effetti quello che ci si aspetta quando si partecipa alla presentazione di una collezione del brand. Milioni di stampe tutte diverse tutte multicolor. Ma Pucci non è solo questo, è anche abiti da sogno leggeri come nuvole e silhouettes che hanno condizionato in qualche modo la storia del costume. Non si capisce allora molto bene questa collezione, che presenta una donnaa a metà strada tra una divinità greca tutta pepli e tuniche fluttuanti, e una groupie riesumata dalla fine degli anni ’60.

    Intendiamoci, le stampe sono quelle, preziose, meravigliose, oniriche e forse un po’ psichedeliche per seguire il filone lanciato dal brand, e i capi sono magici anch’essi, sempre di Pucci in fondo si tratta. Ma alla fine della sfilata rimane, non so, una sensazione di insoddisfazione,resta incastrato in gola quel sospiro di ammirazione e approvazione che generalmente si fa quando si guarda una sfilata del marchio toscano.

    Peter Dundas per la collezione primavera-estate 2011, pensa come dicevamo ad una donna figlia del rock’n’ roll, tutta pantaloni di pelle e suede, giubbini con le frange e bandane – iperglamorous- in testa a completare il look da groopie.

    E poi ancora kaftani stampati, pantaloni dalla gamba larga, e abiti rifiniti all’uncinetto. Le rockers di Pucci poi la sera scelgono abiti fluttuanti, dai mille veli, caratterizzati da inediti corpetti composti da collage di merletti, da intrecci di tessuti e sovrapposizioni di stoffe, oppure morbidi maxidress femminili e al tempo stesso confortevoli.

    283

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Milano Moda DonnaPrimo PianoSfilateEmilio Pucci collezione 2011

    Speciale Pasqua

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI