Chloé, sfilata primavera-estate 2011

da , il

    Una collezione forse leggermente sotto tono rispetto a quella meravigliosa dell’autunno-inverno 2010/2011, ma che conferma ancora una volta la volontà di Hannah McGibbon, direttore creativo di Chloé, di fare di questo marchio la bandiera di uno stile tipicamente femminile ed elegante. Nonostante in molti abbiano ravvisato un po’ troppe reminescenze della collezione a/i di Céline by Phoebe Philo (suo predecessore alla guida di Chloé), la p/e 2011 del marchio francese si caratterizza per essere una collezione lineare e pulita.

    Hannah McGibbon, direttore creativo della maison Chloé, sceglie per la prossima primavera-estate 2011 ancora una volta uno stile elegante, pulito ed estremamente femminile. Bando a dettagli troppo ricercati o a forme troppo ricercate, la designer ci propone una collezione molto pulita, priva di decori, che ricorda moltissimo il minimalismo di Francisco Costa da Calvin Klein ma soprattutto l’autunno-inverno di Céline.

    In una palette dai colori tenui, che vede protagoniste tonalità come il beige, il cipria, il bianco ottico, l’avorio e il terra, spaziando poi a colori più strong come il rosso e il verde, la p/e 2011 di Chloé punta tutto su abiti dal taglio sartoriale e dalle linee essenziali: vediamo infatti cappottini senza collo, abiti da ballerina con le gonne a ruota, pantaloni sottili, ma anche abiti danzanti in tessuti impalpabili.

    A materiali come lo chiffon, il tulle e il jersey di seta si accompagna poi la pelle, che viene scelta dalla McGibbon per realizzare corpetti e shorts che contrastano un po’ con le atmosfere che vengono ricercate in questa collezione, ma che proprio per questo creano un mix di proposte interessanti.