Calvin Klein Collection, sfilata autunno-inverno 2010/2011

da , il

    Una collezione come sempre molto minimal quella di Calvin Klein Collection, che abbiamo visto nei giorni scorsi durante la New York Fashion Week. Francisco Costa, designer del marchio, anche per la prossima stagione ci propone linee molto decise, che vanno a definire le silhouette molto rigorose di completi, tailleur e tubini. La palette di colori del prosimo autunno-inverno è nella tradizione del marchio molto minimal anche in questo caso: oltre ai classici bianco e nero abbiamo poche eccezioni, date dal grigio, che troviamo in poche ma affascinanti sfumature, e l’azzurro, unica nota di colore della collezione.

    Francisco Costa persegue coerente nelle sua linea di pensiero: stile minimal, capi dalle strutture geometriche e rigorose, palette con al massimo cinque tonalità, di cui due sono il bianco e il nero.

    I capi pensati dal designer che guida saldamente Calvin Klein Collection da ormai quasi sette anni sono eleganti nelle loro linee fortemente strutturate, ma allo stesso tempo rese morbide e arrotondate: le giacche acquistano una forma quasi tridimensionale, le camicie sembrano quasi non appoggiarsi sulle braccia delle modelle, gli abiti seguono la linea del corpo ma è come se si gonfiassero dolcemente sotto i fianchi.

    Il capo principe che vediamo nella sfilata è sicuramente il cappotto, che viene declinato in molte varianti di colore e di forma: collo circolare e bottoni fino alla vita, taglio sartoriale classico ma arricchito con pince e arricciature, tagli destrutturati, forme tondeggianti che partendo dalle spalle arrivano a racchiudere dolcemente il corpo.

    Tra il bianco e il nero le uniche note di colore sono il grigio, il marrone e l’azzurro, unica nota vivace che però, in tanto rigore e semplicità nelle tonalità, sembra quasi stonare. Non convincono particolarmente le scarpe, stivaletti con plateau a carrarmato, che si scontrano con l’eleganza degli abiti.

    Foto da:

    www.style.it