Brioni, collezione A/I 2011-2012 presentata a Milano Moda Donna

da , il

    Dopo la sfilata di Marni, che ha dato il via alla quinta giornata di Milano Moda Donna, c’è stata subito dopo quella di Brioni, che ha segnato la seconda prova del designer partenopeo Alessandro Dell’Acqua, presente nel calendario anche con il suo marchio N. 21. Ispirazione di questa collezione, ancora una volta sono gli anni settanta: ad aprire la sfilata la bellissima modella italiana Bianca Balti, che ha dato il via alla presentazione di una collezione chic ma allo stesso tempo glamour, decorata da cristalli e da stampe cocco che decorano abiti e gonne.

    La settimana della moda di Milano non è ancora terminata, ma già possiamo dire con certezza quale sia la tendenza maggiormente presente sui defilé: gli anni settanta. Questo decennio dorato della moda è stato tra i grandi protagonisti di questo calendario di sfilate, come hanno dimostrato molte collezioni, da Gucci a Fendi.

    La giornata è iniziata con Marni, un’altra collezione profondamente influenzata da questo decennio, ed è seguita subito dopo dal defilé di Brioni, seconda prova per Alessandro Dell’Acqua, direttore creativo del marchio dall’estate 2010.

    Per la sua collezione autunno-inverno 2011/2012 lo stilista disegna una donna profondamente femminile, che ricerca nello stile anni settanta il modo migliore per esprimere se stessa e la sua sensualità. Una collezione allo stesso tempo molto glamour, dove dai cappotti dal taglio sartoriale spiccano completi color rosa acceso e viola scuro, ma anche gonne e abiti dalle stampe cocco.

    La sera è scintillante grazie ad abiti e maglie decorate da cristalli brillanti. Una donna molto seducente, che sceglie abiti in pizzo che lasciano intravedere le forme del corpo e che non abbandona mai la pelliccia, anche nelle sue varianti animalier. Dettaglio onnipresente la collana a forma di luna.

    Dolcetto o scherzetto?