Alexander McQueen e la sua Samurai Print Canvas Tote

da , il

    mcqueen samurai tote

    Alexander McQueen stupisce le fashion addicted con un modello di borsa molto particolare, la Samurai Canvas Tote, che completa e dà un tocco di originalità alla sua collezione autunno-inverno 2010/2011. Un modello considerato ancora più speciale se pensiamo che questa linea è l’ultima che lo stilista britannico ha portato a termine prima di morire. Dopo il grande successo riscosso da Alexander McQueen soprattutto con le linee di calzature, restano le borse il pezzo forte delle collezioni dello stilista scomparso e oggi anche di Sarah Burton, nuova direttrice creativa del brand.

    Completa la collezione autunno-inverno 2010/2011 la Samurai Print Canvas, una borsa dai manici rigidi caratterizzata da intricati motivi di tessuto a rilievo su pelle marrone e tela. Ha anche una catenella rimovibile che pende da uno dei manici e termina con un piccolo teschio, il maschio di fabbrica delle produzioni di Alexander McQueen, una chiusura con fibbia nascosta e una tasca interna, sempre utilissima per le mille cose che una donna ha bisogno di portarsi dietro.

    Samurai è il termine con cui si indicava la nobiltà guerriera giapponese, viene applicato in questo caso a una borsa per sottolinearle non solo la tendenza orientalizzante delle decorazioni floreali e delle bande dorate, ma anche la nobiltà di uno stile adatto a un pezzo di lusso, che unisce però anche elementi casual in un mix davvero unico. Le stampe sono complesse e i materiali usati sono talmente tanti che è difficile distinguerli. Questo modello rende di certo meno lunga l’attesa della collezione primaverile!

    C’è chi pensa che lo stile di una borsa del genere sia difficile da portare e da abbinare, ma a me il modello piace molto e di sicuro completa un outfit invernale con quel tocco di originalità in più che nessun altro accessorio potrebbe dare.

    Siete d’accordo?