Al Milano Moda Donna P/E 2012 la sfilata di Just Cavalli, tra romanticismo e natura

da , il

    Nel frenetico sabato del Milano Moda Donna, una delle giornate più attese di questa settimana della moda milanese, è scesa in passerella la nuova collezione donna primavera estate 2012 che ci ha presentato una donna selvaggiamente romantica che sa sempre reinventarsi e che esprime la propria frizzante personalità in tutto ciò che indossa. Dopo l’inconfondibile classe e l’eleganza di Bottega Veneta ed Emporio Armani, passando per l’originalità e l’estro di Frankie Morello, Just Cavalli ha retto alla perfezione il confronto con i designer e le griffe che l’anno preceduta confermandoci ancora che l’opera di Roberto Cavalli è sempre una garanzia si successo!

    Questa giornata è stata davvero sorprendente soprattutto perchè gli stilisti ci hanno presentato delle collezioni molto diverse fra loro. Se Frankie Morello ha puntato, come al solito, su capi insoliti e coloratissimi, Emporio Armani ha scelto di andare controcorrente con una collezione completamente bicromatica piena di capi bianchi e neri.

    La nuova collezione Just Cavalli, all’insegna della leggerezza e della femminilità, si ispira molto alle primissime collezioni della griffe, reinterpretate in chiave contemporanea. Le stampe, protagoniste assolute dei capi d’abbigliamento, sono ispirate alla magia della natura, una delle “muse” dello stilista italiano.

    Una collezione adatta ad una donna giovane, solare che sceglie capi semplici ma resi preziosi ed unici da un piccolo dettaglio. Tantissimi abiti, ispirati a quelli ammirati dal designer italiano nei festival musicali in giro per il mondo, realizzati in tessuti diversi come il cotone, il jersey, la garza di seta e georgette. Molto interessanti anche gli intarsi in suede, nappa e denim, reso super chic anche nella nuova collezione di Ermanno Scervino, presentata qualche giorno fa.

    Cosa ne pensate di questa collezione? Non è un degno ritorno per una griffe che, negli ultimi anni, sembrava essere rimasta un po’ indietro?

    Dolcetto o scherzetto?